alla Prima paginaSapienza Università di Roma - Dipartimento delle Scienze dei Segni, degli Spazi e delle Culture
Sezioni di Antropologia, Linguistica e Filologia, Musicologia
a.a. 2008/2009
A partire dal 1 settembre 2009 questo sito non viene più aggiornato. Il nuovo sito del Dipartimento si trova all'indirizzo http://w3.uniroma1.it/agemus/

 

A cura di...

Dal 19 ottobre 2007 è stato attivato il Dipartimento delle scienze dei segni, degli spazi e delle culture (AGEMUS) fondendo i dipartimenti di Geografia umana e di Studi glottoantropologici e discipline musicali. Il sito del Dipartimento di Studi Glottoantropologici e Discipline musicali è stato attivo a partire dall'anno accademico 1994/95. Maria Grazia Corradini lo ha avviato (con la collaborazione di Ilaria Bonincontro del CISADU) e lo ha curato fino a tutto il 2001, via via arricchendolo e cambiandone più volte l'assetto, e negli ultimi anni coordinando anche il lavoro di alcuni studenti titolari di borse di collaborazione (ricordiamo Gianluigi Perfetti, Fiammetta Carloni, Simone Celani, Giulia Pedone, Simone Notargiacomo, Chiara Milano).
A partire da oggi, 1 settembre 2009, questo sito non verrà più aggiornato, perché è entrato in funzione il nuovo sito dipartimentale, raggiungibile all'indirizzo
http://w3.uniroma1.it/agemus/ , ma rimarrà comunque consultabile, con funzione di archivio.


Alla realizzazione delle Guide del Corso di Laurea in Teorie e pratiche dell'antropologia e del Corso di laurea specialistica in Discipline etnoantropologiche hanno lavorato Piero Cipriano e Carla Maria Rita per l'a.a. 2001/2002, Piero Cipriano e Angelo Romano per l'a.a. 2002/2003, Angelo Romano per gli a.a. 2003/2004, 2004/2005, 2005/2006, Dario Altobelli per l'a.a. 2006/2007.
Ai materiali della Guida del Corso di Laurea in Studi linguistici e filologici per gli a.a. 2001/2002, 2002/2003, 2003/2004 e 2004/2005 hanno lavorato i dott. Paola Farenga e Angelo Cicchetti.
Le notizie relative alle tre sezioni della Biblioteca del Dipartimento si devono ai loro responsabili - Maria Pia Pantano, Adriano Lenti, Anna Rita Schiavone. Loro stessi, inoltre, insieme con Maria Grazia Corradini, hanno realizzato e gestito autonomamente la consultazione via Internet dei cataloghi della Biblioteca.
Le nostre pagine sono sempre state ospitate dal CISADU (Centro interdipartimentale di servizi per l'automazione nelle discipline umanistiche), e la competenza e la disponibilità di Lanfranco Fabriani ci sono indispensabili.
A partire dalla primavera del 2002 la cura del sito è stata affidata a me. Ne ho modificato la veste e in parte la struttura, cercando di seguire criteri che, del resto, mi pare abbiano in gran parte ispirato anche il lavoro di chi mi ha preceduto.

Un sito dipartimentale deve innanzitutto fornire informazioni sulle attività del Dipartimento di cui è espressione, e deve farlo nel modo più completo e chiaro possibile; queste informazioni devono poter essere raggiunte velocemente e si deve poterne valutare l'aggiornamento; le pagine che vengono utilizzate isolatamente (perché raggiunte tramite motori di ricerca, o salvate sul proprio computer, o stampate) devono essere identificabili come parti del sito; e da ogni pagina, infine, ci si deve potere spostare all'interno del resto del sito.
Per questi motivi la grafica è sobria, ogni pagina è datata, e ognuna contiene, oltre ai dati, solo gli elementi necessari a soddisfare le esigenze di navigabilità e identificabilità appena indicate.
Oltre a questi compiti primari, che possiamo dire 'informativi', penso che il nostro sito possa utilmente assolvere una funzione di documentazione, sia relativa ai risultati delle correnti attività didattiche, formative e di ricerca, sia riferita a tratti salienti della storia del Dipartimento stesso, che ha visto operare al proprio interno figure di studiosi che hanno contribuito in modo rilevante alle vicende scientifiche delle aree disciplinari in esso rappresentate: bastino i nomi di Walter Belardi e Giorgio Cardona, di Bernardo Bernardi, Diego Carpitella, Alberto M. Cirese, Vinigi Grottanelli e Italo Signorini. Nella sezione "Archivio" del sito si possono trovare testi e materiali che anche a questa funzione intendono rispondere.

Ho parlato di completezza e aggiornamento delle informazioni. Né l'una né l'altra sono possibili senza l'attiva collaborazione di quanti nel Dipartimento lavorano: il sito è opera collettiva. A tutti (docenti, amministrativi, bibliotecari, tecnici) va dunque il merito se le nostre pagine sono state complete e aggiornate. Al curatore vadano le critiche per i difetti con cui i dati sono presentati.

Roma, settembre 2009

Eugenio Testa
eugenio.testa@uniroma1.it

 

Pagina composta il giorno 10-10-2006
Data dell'ultima modifica: 4-09-2009
Prima pagina