alla Prima paginaSapienza Università di Roma - Dipartimento delle Scienze dei Segni, degli Spazi e delle Culture
Sezioni di Antropologia, Linguistica e Filologia, Musicologia
a.a. 2008/2009
A partire dal 1 settembre 2009 questo sito non viene più aggiornato. Il nuovo sito del Dipartimento si trova all'indirizzo http://w3.uniroma1.it/agemus/

 

Biblioteca di Storia della musica

Notizie a cura di Anna Rita Schiavone,
responsabile della biblioteca

consulta il catalogo
consulta le risorse elettroniche

 

Chiusura estiva 2008: La Biblioteca di Storia della musica rimarrà chiusa dal 21.7.08 al 7.9.08

 

INFORMAZIONI
Ubicazione: 4° piano della Facoltà di Lettere e Filosofia
Telefono: 06.49913296
Patrimonio bibliografico:
circa 20.000 volumi, circa 5.000 partiture, 120 testate di riviste (delle quali 80 con abbonamento in corso), circa 4.000 dischi in vinile, circa 750 CD, circa 30 videocassette e circa 3.500 microfilms

Orario:

apertura

distribuzione

discoteca

Lunedì

10.30-18.30

13.00-15.00

13.00-18.30

Martedì

9.00-14.00

9.00-10.00

9.00-14.00

Mercoledì

10.30-18.30

11.00-15.00

13.00-18.30

Giovedì

9.00-18.30

9.00-10.00

13.00-18.30

Venerdì

9.00-14.00

9.00-11.00

9.00-14.00

SERVIZI
Prestito: Sono ammessi al prestito i professori e ricercatori della Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università "La Sapienza". Sono altresì ammessi al prestito dietro malleveria di uno dei docenti, laureandi e dottorandi del dipartimento della Facoltà, o altri studiosi di questa o di altre Facoltà.

Servizio di reference: Il personale della Biblioteca offre servizio di reference per ricerche bibliografiche via internet.
Attrezzature: n° 4 postazioni audio (previa prenotazione); n° 1 postazioni video; n° 1 lettore-stampatore per microfilm; n° 1 proiettore; n° 1 schermo; n° 2 postazioni informatiche
Trasferimento in digitale di materiale a stampa
PERSONALE
Anna Rita Schiavone Felici (schiavon@cisadu2.let.uniroma1.it)

Pietro Olimpi

STORIA
Le vicende della biblioteca di Storia della Musica sono strettamente legate a quelle della cattedra di Storia della Musica, istituita nel lontano 1926 (con l'affidamento a Ferdinando Liuzzi), e a quelle del Regio Istituto di Archeologia che formava con Storia della Musica un unico Istituto. F. Liuzzi fu privato nel 1938 di ogni incarico ufficiale a seguito delle leggi razziali e gli succedette Luigi Ronga, prima come incaricato quindi, dal 1957, come professore ordinario. Il primo nucleo della biblioteca di Storia della Musica risale al giugno 1938, con i primi acquisti effettuati da F. Liuzzi, ma è nel corso della lunga direzione di L. Ronga che la biblioteca si arricchisce di materiale bibliografico relativamente ai più importanti dizionari e repertori musicali, alle grandi monografie di compositori del passato e contemporanei, a studi fondamentali di estetica e storiografia musicale, alle più importanti riviste musicali italiane e straniere. In questo periodo (1938-1972) ha inizio anche la raccolta di incisioni discografiche (prima a 78 giri, poi a 33 giri), di partiture e spartiti e - a partire dal 1965, grazie ad un contributo pluridecennale del C. N. R. - la raccolta sistematica di una microfilmoteca di musiche vocali e strumentali italiane conservate in biblioteche ed archivi italiani e stranieri. Il patrimonio librario e musicale (dischi, partiture, microfilms etc.) della biblioteca di Storia della Musica si arricchisce ulteriormente sotto la direzione di Antonio Pirrotta (1972-1978), musicologo di fama internazionale, che avvalendosi anche della sua esperienza come bibliotecario del conservatorio di S. Cecilia di Roma, rivolge il suo interesse e indirizza gli acquisti nell'ambito della produzione dell'Ars nova italiana, della musica rinascimentale e della musica per teatro italiana del Sei-Settecento. Anche sotto la guida e l'impulso dei direttori successivi (prof. Fedele d'Amico, 1978-1982; prof. Pierluigi Petrobelli, dal 1982 a tutt'oggi) il patrimonio della biblioteca è stato continuamente e qualitativamente incrementato, tanto che attualmente quella di Storia della Musica rappresenta una delle biblioteche musicali più ricche d'Italia e un punto di riferimento essenziale non solo per gli studenti dell'Università "La Sapienza" di Roma, ma per studiosi provenienti da tutt'Italia e dall'estero.

 

Pagina composta il giorno 22-10-2008
Data dell'ultima modifica: 22-10-2008
Prima pagina Biblioteche